— 56 —

xxiii

[Ercole, con cui è al colmo il tempo eroico di Grecia]

      [82] Le stesse difficultá ricorrono in Ercole, preso per un uomo
vero, compagno di Giasone nella spedizione di Colco; quando
egli non sia, come si truoverá, carattere eroico di fondatore di
popoli per l’aspetto delle fatighe.
xxiv

[Sancuniate scrive storie in lettere volgari. — Anni del mondo 2800]

      [83] Detto anco Sancunazione, chiamato «lo storico della veritá»
(al riferire di Clemente alessandrino negli Stromati), il quale
scrisse in caratteri volgari la storia fenicia, mentre gli egizi e
gli sciti, come abbiam veduto, scrivevano per geroglifici, come
si sono truovati scrivere fin al dí d’oggi i chinesi, i quali non
meno degli sciti ed egizi vantano una mostruosa antichitá, per‐
ché al buio del loro chiuso, non praticando con altre nazioni,
non videro la vera luce de’ tempi. E Sancuniate scrisse in carat‐
teri fenici volgari, mentre le lettere volgari non si erano ancor
truovate tra’ greci, come sopra si è detto.
xxv

[Guerra troiana. — Anni del mondo 2820]

      [84] La quale, com’è narrata da Omero, avveduti critici giu‐
dicano non essersi fatta nel mondo; e i Ditti cretesi e i Dareti
frigi, che la scrissero in prosa come storici del lor tempo, da’
medesimi critici sono mandati a conservarsi nella libraria del‐
l’impostura.
xxvi

[Sesostride regna in Tebe. — Anni del mondo 2949]

      [85] Il quale ridusse sotto il suo imperio le tre altre dinastie
dell’Egitto; che si truova esser il re Ramse che ’l sacerdote
egizio narra a Germanico appresso Tacito.
Vico SN44-1Nic 56