— 203 —

s’intendono i popoli, in quell’ampissimo regno, tra loro di lingue
articolate diverse; appunto come nelle forme arabiche de’ numeri
e de’ pianeti e nelle note della musica convengono di sentimento
tutte le lingue diverse d’Europa. Di lettere sí fatte diciamo
ch’ogni nazione si ritruovò le sue a suo piacere, non giá per forme,
ma per segni de’ suoni umani articolati. E serbiamo la tradizione
comunemente ricevuta da’ fenici, però secondo il giudizio disgiun‐
tivo di Tacito: ch’eglino, o ricevute da altri o ritruovate da essi,
sparsero le lettere nell’altre nazioni. Ed ammendando qui la boria
e delle nazioni e de’ dotti, restrigniamo tutte l’altre nazioni alla
sola greca e quindi alla latina: perché dovetter essere caratteri
mattematici ovvero figure geometriche, ch’i fenici ricevettero da’
caldei e se ne servirono per forme de’ numeri, come, maiuscole,
restarono per tali usi a’ greci e a’ latini. E i greci, con sommo
pregio d’ingegno, le trasportarono, piú che a’ segni, alle forme
de’ suoni umani articolati; da’ quali l’appresero poscia i latini, le
quali il medesimo Tacito osserva essere somiglianti all’antichis‐
sime greche. Le quali forme, cosí, riuscirono le piú belle e le piú
pulite di tutte l’altre, siccome i greci ingegni furono gli piú ben
intesi e gli piú dilicati di tutte le nazioni.
      [1231] [444] .... elleno per queste lor origini naturali, debbon
significare naturalmente. Imperciocché ogni parola volgare dovette
incominciare certamente da alcuno d’una nazione, il quale, con
atto o corpo ch’avesse natural rapporto all’idea ch’esso voleva
comunicare ad altrui e, come mutolo, dargliene con tal atto o
corpo ad intendere che cosa egli con tal voce volesse dire, e sí
avere naturale l’origine, e perciò significare naturalmente. Lo che
si osserva nella lingua latina, la qual è piú eroica ....
      [1232] [449] .... E naturalmente nacque il canto, .... e nacque con
voci monosillabe, siccome sono monosillabe nella musica le sei
note del canto. Lo che, qui detto, quindi a poco recherá molto
uso ....
      [1233] [453] .... dall’indivisibile del presente, difficilissimo ad in‐
tendersi da’ medesimi addottrinati. Lo che si conferma con l’el‐
lipsi, che per lo piú supplisce i verbi, che dee essere il principio
dell’ellipsi sanziana. E pur i verbi, che sono i generi di tutti gli
altri ....
Vico SN30Nic 203