— 192 —

Capitolo Secondo

      [1191] [368] [CMA3] Di tal maniera che questa vien ad esser ad
un fiato una storia dell’idee, una storia de’ costumi, ch’è tanto dire
che delle leggi, ed una storia de’ fatti del gener umano. E ve‐
drassi dalla storia dell’idee o sia delle menti uscir la storia de’
costumi o sia degli animi, e da entrambe uscir la storia delle
lingue, e da tutte e tre uscir la storia della natura umana, che,
propiamente, non è altro che mente, animo e lingua. E con tal
condotta si descriverá la storia universale, che tutt’i dotti con‐
fessano mancare ne’ suoi princípi e nella perpetuitá ovvero con‐
tinovazione, ma sopra un’idea che niuno de’ dotti ha potuto
finora disiderare. La quale ci sará scritta da essa volgar sapienza
in modo di commentari, ne’ quali le scienze vi tengon il luogo
de’ consigli, i costumi quello de’ mezzi di tutto ciò che la natura
umana ha operato in questo mondo di nazioni.
Capitolo Terzo

      [1192] [371] .... dall’acqua, la cui necessitá s’intese prima del
fuoco, .... avesse incominciato l’umanitá. [CMA3] Siccome viag‐
giatori riferiscono esservi ancor oggi nazioni selvagge che non
hanno ancor inteso la necessitá del fuoco. E questa è l’origine
delle sagre lavande ....
Vico SN30Nic 192