— 210 —
      [376] Poi è lecito osservare che la prima sorta di verso nacque
eroico egualmente appo gli ebrei, greci e latini sul principio
d’incerte misure. Dell’ebrea lingua san Geronimo attesta il
«Libro di Giobbe», istoria piú antica di quella che scrisse Mosé,
che egli è scritto in versi eroici: cosí si dimostra e la veritá
di tal libro sagro e l’antichitá della lingua santa. Per la lingua
greca e latina vi spiccano due erudizioni volgari, che finora
non sono state avvertite né hanno arrecato alcun uso per l’an‐
ticipazione di altri princípi di poesia, gittati prima da Platone,
poi confermati da Aristotile, indi adornati da tutti gli altri
scrittori della ragion poetica, come i Patrizi, i Mazzoni, gli
Scaligeri, i Castelvetri.       [377] Una [pensavamo che fosse] che i popoli greci, quando im‐
plorarono l’aiuto d’Apollo contro il Pitone, profferirono il primo
verso eroico, e perché erano illanguiditi dallo spavento, il
batterono tardo ovvero spondaico
ἱῶ παιάν, ἱῶ παιάν, ἱῶ παιάν%h%:

poi, quando acclamarono al dio vittorioso, per l’allegrezza bat‐
terono lo stesso verso presto, cioè dattilico, battendo la vocal
lunga omega divisa in due brevi omicron, come anche appo i
latini antichi pronunziavano le vocali lunghe come due volte
battendole, e sciogliendo il dittongo αι in due sillabe: cosí
che di sei spondei se ne vennero a formare sei dattili; e dal
Pitone ucciso il verso eroico restò detto «verso pizio»; ma
piú comunalmente si disse «eroico», come quello col quale
parlavano gli eroi. Ma la ragione vera è che ’l verso eroico
nacque prima spondaico per la difficultá e tardezza del pro‐
nunciare de’ primi uomini: dipoi vie piú sciogliendo la lingua,
provenne dattilico, che pur comincia da sillaba tarda. Cosí il
primo verso appo i latini fu pur eroico, detto «verso saturnio»,
che non poté altronde esser detto che perché nacque nell’etá di
Saturno, a’ tempi che l’Italia era ancor selvaggia. Ed Ennio
pur ci lasciò ne’ suoi frammenti che con versi eroici cantarono
i fauni: se non pure alcun altro Orfeo latino, colmo di sapienza
Vico SN25Nic 210