— 367 —
si è disteso, quanto è lunga questa inferior costa
d'Italia. Alla stessa fatta, e non altrimente il primo
Ponto
, dove fece la sua spedizione navale Giasone, dovett'
essere la Terra più vicina all'Europa, da cui la
divide lo stretto di mare detto Propontide; la qual
Terra dovette dar'il nome al Mar Pontico, che poi si
distese dove più s'addentra nell' Asia, ove fu poi il
Regno di Mitridate: perchè Eeta padre di Medea da questa
stessa Favola ci si narra esser nato in Calcide, città
d' Eubea, Isola posta dentro essa Grecia, la qual'ora
chiamasi Negroponto; che dovette dare il primo nome
a quel Mare; il quale certamente Mar Nero ci restò
detto. La prima Creta dovett'esser'un'Isola dentro
esso Arcipelago, dov' è il Labirinto dell'Isole, ch'abbiamo
sopra spiegato: e quindi dovette Minosse celebrare
i corseggi sopra gli Ateniesi; poi Creta uscì nel
Mediterraneo, che ci restò.
      Or così da' Latini avendoci richiamati i Greci, essi
con uscir per lo Mondo gli uomini boriosi sparsero
dappertutto la Fama della Guerra Trojana, e degli Error
degli Eroi
, così Trojani, quali d' Antenore, di Capi,
d' Enea, come Greci, quali di Menelao, di Diomede,
d' Ulisse. Osservarono per lo Mondo sparso un
Carattere di Fondatori di nazioni simigliante a quello
del lor' Ercole, che fu detto Tebano, e vi sparsero il
nome del loro Ercole
; de' quali Varrone per le nazioni
antiche noverò ben quaranta; de' quali il Latino afferma
essere stato detto Dio Fidio. Così avvenne, che
per la stessa boria degli Egizj, che dicevano il loro
Giove Ammone essere lo più antico di tutti gli altri del
Mondo, e tutti gli Ercoli dell'altre nazioni aver preso
il nome dal lor' Ercole Egizio per due Degnità, che
se ne sono sopra proposte, siccome quelli, che con
errore credevano, essere la nazione più antica di tutte
l'altre del Mondo; i Greci fecero andar' il lor'Ercole
Vico SN44 367