— 811 —
      Saulino. La chiosa fu buona, perché non è il simile
dove è altrimente.
      Sofia. Ma soggionse: - Però, padre santo, poi che hai
tanta potestà che puoi fare di terra cielo, di pietre pane
e di pane qualch'altra cosa, finalmente puoi fare sin a quel
che non è, né può esser fatto; fa' che l'arte di cacciatori,
idest la Venazione, come è una maestrale insania, una regia
pazzia ed uno imperial furore, vegna ad essere una virtú,
una religione, una santità; e che grande sia onore a uno
per esser carnefice, ammazzando, scorticando, squartando
e sbudellando una bestia salvaggia. Di ciò benché convenerebbe
a Diana di priegarti, tutta via io la dimando, per
esser talvolta cosa onesta che, in caso d'impetrar beneficio
e dignitade, piú tosto s'interpona un altro, che quel medesimo,
a chi spetta, vegna per se medesimo a presentarsi,
introdursi e proporsi: atteso che con suo maggior scorno
gli verrebe negato, e con minor suo decoro gli sarrebe
conceduto quel che cerca. [>]

Bruno Best 811