— 791 —
      Sofia. E per tornare a piú seriose raggioni, quelli che
sono, o si tegnono piú gran prencipi, per far con espressi
segni evidente la loro potestà e divina preeminenza sopra
gli altri, s'adattano in testa la corona; la quale non è altro
che figura di tante corna, che in cerchio gl'incoronano,
id est gl'incornano il capo. E quelle quanto son piú alte
ed eminenti, tanto fanno piú maestrale representazione, e
son segno di maggior grandezza: onde è geloso un duca
che un conte o marchese mostre una corona cossí grande
come lui; maggiore conviene al re, massima a l'imperatore,
triplicata tocca al papa, come a quello sommo patriarca
che ne deve aver per lui e per li compagni. Li pontefici
ancora sempre hanno adoperata la mitra acuminata
in due corna; il duce di Venezia compare con un corno
a mezza testa; il gran Turco da fuor del turbante lo fa
uscir alto e diritto in forma rotonda piramidale: il che tutto
è fatto per donar testimonio della sua grandezza, con
accomodarsi con la meglior arte questa bella parte in testa,
la quale alle bestie ha conceduta la natura: voglio dir, con
mostrar di aver de la bestia. [>]

Bruno Best 791