— 759 —
      Saulino. In questo modo, o Sofia, si possono far tutte

l'altre figure uguali ad altre figure con
l'aggiuto e relazione del circolo, che fate
misura de le misure. Cioè, se voglio far
un triangolo equale al quatrangolo, prendo
quel mezzano tra gli doi apposti al circolo,
con quel mezzano tra doi quatrangoli
apposti al medesimo circolo, o ver ad un
altro uguale. Se voglio prendere un quadrato
uguale a l'exagono, delinearò dentro e fuori del
circolo e questo e quello, e prenderò quel mezzano tra gli
doi de l'uno e l'altro.
      Sofia. Bene l' hai capito. In tanto che quindi non solamente
s' ha la equatura di tutte le figure al circolo, ma ed
oltre di ciascuna de le figure a tutte l'altre mediante il
circolo, serbando sempre l'equalità secondo la linea e secondo
la superficie. Cossí con picciola considerazione o
attenzione ogni equalità e proporzione di qualsivoglia corda
a qualsivogli'arco si potrà prendere, mentre o intiera, o
divisa, o con certe raggioni aumentata viene a constituir
poligonía tale, che in detta maniera da cotal circolo sia
compresa, o lo comprenda.
Bruno Best 759