— 707 —
- Andando la Semplicità per prendere il suo luogo,
comparve de incesso sicuro e confidente; al contrario de
la Iattanzia e Dissimulazione, le quali caminano non senza
téma, come con gli suspiciosi passi e formidoloso aspetto
dimostravano. Lo aspetto della Simplicità piacque a tutti
gli dei, perché per la sua uniformità in certa maniera rapresenta
ed ha la similitudine del volto divino. Il volto
suo è amabile, perché non si cangia mai; e però con quella
raggione, per cui comincia una volta a piacere, sempre
piacerà; e non per suo, ma per l'altrui difetto aviene che
cesse d'essere amata. Ma la Iattanzia, la qual suol piacere,
per donare ad intendere di possedere piú di quel che possiede,
facilmente, quando sarà conosciuta, non solo incorrerà
dispiacenza, ma ed oltre, talvolta, dispreggio. Similmente
la Dissimulazione, per esser altrimente conosciuta,
che come prima si volse persuadere, non senza difficultade
potrà venir in odio a colui da chi fu prima grata. Di queste
dunque l'una e l'altra fu stimata indegna del cielo, e di
esser unita a quello che suol trovarsegli in mezzo. Ma non
— 708 —
tanto la Dissimulazione, di cui talvolta sogliono servirsi
anco gli dei; perché talvolta, per fuggir invidia, biasmo ed
oltraggio, con gli vestimenti di costei la Prudenza suole
occultar la Veritade.
Bruno Best 707-708