— 701 —
- Qua fêrno un chino di testa
gli dei tutti in segno di approvazione; e la Dea promossa
con le sue figlie rese le grazie. L'Aritmetrica, la quale è
primogenita, disse che le ringraziava per piú volte che non
— —
concepe individui e specie di numeri, ed oltre per piú millenarii
de millenarii che mai possa con le sue addizioni
apportar l'intelletto; la Geometria piú che mai forme e
figure formar si vagliano, e che atomi possa mai incorrere
per le fantastiche resoluzioni di continui; la Musica piú
che mai fantasia possa combinar forme di concenti e sinfonie;
la Logica piú che non fanno absurdità li suoi gramatici,
false persuasioni i suoi retorici, e sofismi e false
demostrazioni i dialettici; la Poesia piú che, per far correre
le lor tante favole, non hanno piedi quanti han fatti e son
per far versi i suoi cantori; la Astrologia piú che contegna
stelle l'inmenso spacio dell'eterea regione, se piú dir si
puote; la Fisica tante mercé li rese, quante possono essere
prossimi e primi principii ed elementi nel seno de la natura;
la Metafisica piú che non son geni d'idee e specie
de fini ed efficienti sopra gli naturali effetti, tanto secondo
la realità che è ne le cose, quanto secondo il concetto representante;
l'Etica, quanti possono essere costumi, consuetudini,
leggi, giustizie e delitti in questo ed altri mondi
de l'universo. La madre Mnemosine disse: - Tante
grazie e mercé vi rendo, o dei, quanti esser possono particolari
suggetti a la memoria ed a l'oblio, alla cognizione
ed ignoranza. [>]

Bruno Best 701