— 682 —
- Tu vedi molto bene, rispose Mercurio. Di quelle tre teste
l'una è la illiberalità, l'altra è il brutto guadagno, l'altra
è la tenacità. - Dimandò Momo, se quelle parlavano;
e Mercurio rispose che sí, e che la prima dice: Meglio
esser piú ricco che esser stimato piú
liberale e grato
; la seconda: Non ti morir
di fame per esser gentiluomo
; la terza
dice: Se non mi è onore, mi è utile. - E
pur non hanno piú che due braccia? disse Momo. - Bastano
le due mani, rispose Mercurio, de le quali la destra
è aperta aperta, larga larga, per prendere; l'altra è chiusa
chiusa, stretta stretta, per tenere, e porgere come per distillazione
e per lambicco, senza raggione di tempo e loco,
come ancor senza raggione di misura. - Accostatevi alquanto
piú a me, tu, Ricchezza e Povertà, disse Momo, a
fin che io possa meglior vedere la grazia di questa vostra
bella pedissequa. - Il che essendo fatto, disse Momo:
— 683 —
- È un volto, son piú volti; è una testa, son piú teste;
è femina, è femina; ha la testa molto picciola, benché la
faccia sia piú che mediocre; è vecchia, è vile, è sordida,
ha 'l viso rimesso, è di color nero; la veggio rugosa, ed ha
capelli retti ed adri, occhi attentivi, bocca aperta ed anelante,
e naso ed artigli adunchi; (maraviglia) essendo un
animal pusillo, ha il ventre tanto capace e voraginoso,
imbecille, mercenario e servile, ch'il volto drizzato a le
stelle incurva. Zappa, s'infossa; e per trovar qualche cosa,
s'immerge al profondo de la terra, e dando le spalli a la
luce, a gli antri tende ed a le grotte, dove giamai giunse
differenza del giorno e de la notte; ingrata, a la cui perversa
speranza giamai fia molto, assai o bastante quel che
si dona, e che quanto piú cape tanto si fa piú cupa: come
la fiamma che piú vorace si fa quanto è piú grande. Manda,
manda, scaccia, scaccia presto, o Giove, da questi tenimenti
la Povertà e la Ricchezza insieme, e non permettere
che s'accostino alle stanze de dei, se non vegnono senza
questa vile ed abominevol fiera! - Rispose Giove: - Le
vi verranno addosso ed appresso, come voi vi disporrete
a riceverle. Per il presente se ne vadano con la già fatta
risoluzione, e venemo noi presto al fatto nostro di determinare
il nume possessor di questo campo.
Bruno Best 682-683