— 668 —
      Arrisero tutti gli dei al dir di Momo, e Giove sentenziò
cossí: - Sí che, Ricchezza, quando sei di Giustizia, abitarai
nella stanza della Giustizia; quando sei di Verità,
sarai dove è l'eccellenza di quella; quando sei di Sapienza
e Sofia, sederai nel solio suo; quando di voluttuarii piaceri,
— 669 —
tròvati là dove sono; quando d'oro ed argento, allora ti
caccia ne le borse e casce; quando di vino, oglio e frumento,
va fíccate ne le cantine e magazini; quando di
pecore, capre e buovi, va a pascolar con essi e posa ne gli
greggi ed armenti.
      Cossí Giove l'impose quello che deve fare quando si
trova con gli pazzi, e come si deve comportare quando è
in casa di sapienti; in che modo per l'avenire perseverar
debba a far come per il passato (forse perché non si può
far altro), di farsi in certo modo facilmente trovare ed in
certo modo difficilmente. [>]

Bruno Best 668-669