— 663 —
      Sofia. Sí bene; però Giove ha ordinato al giudicio che
proceda in quella maniera che ti dico. Vuole che li sieno
tolti tutti que' beni, che hanno acquistati coloro che predicavano,
lodavano ed insegnavano oprare, e che son stati
lasciati ed ordinati da color, che opravano e confidavano
nell'opre, e che sono stabiliti da questi che hanno creduto
con quell'opre, beneficii e testamenti farsi grati a' dei;
e cossí vegnano ad execrare gli frutti ancora di quelli arbori,
che procedeno da quel seme tanto odioso a essi; e vegnano
a mantenersi, conservarsi, defendersi e nodrirsi solamente
da que' frutti, da que' redditi e suffragii, li quali apportano
— 664 —
ed hanno apportati loro e quelli che gli credeno e che
approvano e defendono questa opinione. E che non gli sia
oltre lecito d'occupare con rapina e violenta usurpazione
quello che a commune utilitade gli altri con libero e grato
animo, per mezi termini contrarii a contrario fine, hanno
parturito e seminato. E cossí escano da quelle profanate
stanze e non mangino de quel pane iscomunicato; ma vadano
ad abitare in quelle pure ed incontaminate case, e
si pascano di que' cibi, che mediante la loro riformata legge
li sono stati destinati, e novamente prodotti da questi
personaggi pii che fanno tanto poco stima de l'opere operate,
e solamente per una importuna, vile e stolta fantasia
si stimano regi del cielo e figli de li dei, e piú credeno ed
attribuiscono a una vana, bovina ed asinina fiducia, ch'ad
un utile, reale e magnanimo effetto.
Bruno Best 663-664