— 96 —
quali governarono il Mondo, furono Re.
      LXXIV. é altra Volgar Tradizione, ch' i primi
Re si criavano per natura i più degni
.
      LXXV. é Volgar Tradizione ancora, ch'i primi
Re furono Sappienti
: onde Platone con vano voto disiderava
questi antichissimi tempi, ne' quali o i Filosofi
regnavano, o filosofavano i Re
.
      Tutte queste Degnità dimostrano, che nelle persone
de' primi Padri
andarono uniti Sapienza, Sacerdozio,
e Regno
, e 'l Regno, e 'l Sacerdozio erano dipendenze
della Sapienza, non già Riposta di Filosofi, ma Volgare
di Legislatori
: e perciò dappoi in tutte le nazioni i Sacerdoti
andarono coronati.
      LXXVI. é Volgar Tradizione, che la prima Forma
di Governo
al Mondo fusse ella stata monarchica.
      LXXVII. Ma la Degnità LXVII. con l'altre seguenti,
e 'n particolare col Corollario della LXIV. ne
danno, che i Padri nello stato delle Famiglie dovvettero
esercitare un' Imperio Monarchico solamente soggetto
a Dio
, così nelle persone, come negli acquisti de' lor
figliuoli, e molto più de' famoli, che si erano rifuggiti
alle loro terre; e sì, che essi furono i primi Monarchi
del Mondo
; de' quali la Storia Sagra assi da intendere,
ove gli appella Patriarchi, cioè Padri Principi:
il qual diritto Monarchico fu loro serbato dalla
Legge delle XII. Tavole per tutti i tempi della Romana
Repubblica: Patrifamilias jus vitae et
necis in liberos esto
; di che è conseguenza,
quicquid filius acquirit, patri acquirit.
      LXXVIII. Le Famiglie non posson'essere state dette
con propietà d'origine altronde, che da questi Famoli
de' Padri
nello stato allor di Natura.
      LXXIX. I primi Socj, che propiamente sono compagni
per fine di comunicare tra loro l' utilità, non
posson'al Mondo immaginarsi, nè intendersi innanzi
Vico SN44 96