— 77 —
l' Unità sostanziali di cotal Diritto, nelle quali con diverse
modificazioni
tutte convengono: ond'esce il Dizionario
Mentale
da dar l' Origini a tutte le lingue articolate
diverse
; col quale sta conceputa la storia Ideal'
Eterna
, che ne dia le storie in tempo di tutte le Nazioni:
del qual Dizionario, e della qual' Istoria si proporranno
appresso le Degnità loro propie.
      Questa stessa Degnità rovescia tutte l' idee, che
si sono finor'avute d'intorno al Diritto Natural delle
Genti
; il quale si è creduto esser'uscito da una prima
Nazione
, da cui l'altre l'avessero ricevuto: al qual'
errore diedero lo scandalo gli Egizj, e i Greci, i quali
vanamente vantavano d' aver essi disseminata l'Umanità
per lo Mondo
: il qual error certamente dovette far
venire la Legge delle XII. Tavole da' Greci a' Romani.
Ma in cotal guisa egli sarebbe un Diritto Civile comunicato
ad altri popoli per umano provvedimento; e non
già un Diritto con essi costumi umani naturalmente dalla
Divina Provvidenza ordinato in tutte le Nazioni
. Questo
sarà uno de' perpetui lavori, che si farà in questi Libri,
in dimostrare, che 'l Diritto Natural delle Genti nacque
privatamente appo i popoli
, senza sapere nulla gli uni
degli altri; e che poi con l'occasioni di guerre, ambasciarie,
allianze, commerzj si riconobbe comune a tutto
il Gener'Umano
.
      XIV. Natura di cose altro non è, che nascimento
di esse in certi tempi, e con certe guise; le quali sempre,
che sono tali, indi tali, e non altre nascon le
cose
.
      XV. Le propietà inseparabili da subbjetti devon'essere
produtte dalla modificazione, o guisa, con che le
cose son nate; per lo che esse ci posson'avverare, tale,
e non altra essere la natura, o nascimento di esse cose.
      XVI. Le Tradizioni Volgari devon'avere avuto pubblici
motivi di vero
, onde nacquero, e si conservarono
Vico SN44 77