— 63 —
Non solo è
degno di onore quell'uno ch' ha meritato il palio, ma ancor
quello e quell'altro c'ha sí ben corso, ch' è giudicato anco
degno e sufficiente de l'aver meritato, benché non l'abbia
vinto. E son vituperosi quelli, ch' al mezzo de la carriera,
desperati, si fermano, e non vanno, ancor che ultimi, a
toccar il termine con quella lena e vigor che gli è possibile.
Venca dunque la perseveranza, perché, se la fatica è tanta,
— 64 —
il premio non sarà mediocre. Tutte cose preziose son poste
nel difficile. Stretta e spinosa è la via de la beatitudine;
gran cosa forse ne promette il cielo:
      Pater ipse colendi
Haud facilem esse viam voluit, primusque per artem
Movit agros, curis acuens mortalia corda,
Nec torpere gravi passus sua regna veterno.

Bruno Cena 63-64