— 56 —
      Molto magnifico signor Giovan Battista di Vico, catedratico
ne' reali Studi di Napoli. - Avendomi ordinato S. M. cattolica

— 57 —
(Dio guardi) di far celebrare i funerali alli signori don Giuseppe
Capece e don Carlo di Sangro con pompa proporzionata alla sua
reale magnificenza ed al sommo valore de' cavalieri defonti, si è
commesso al padre don Benedetto Laudati, priore benedettino,
che vi componesse l'orazione funebre, e dovendosi fare gli altri
componimenti per le iscrizioni, persuaso dello stile pregiato di
Vostra Signoria, ho pensato di commettere al suo approvato ingegno
tale materia, assicurandola che, oltre l'onore sará per conseguire
in sí degna opera, mi resterá viva la memoria delle sue
nobili fatiche. E desiderando d'essergli utile in qualche suo vantaggio,
gli auguro dal cielo tutto il bene. Di Vostra Signoria,
molto magnifico signore,
Da questo Palazzo in Napoli, a 11 ottobre 1707
(di propia mano)

affezionato servidore
Conte di Daun
.

Vico Aut 56-57