— 859 —
un molto pio sonetto
circa la significazione de l'asina e pulledro.

      - Ite al castello ch'avete d'avanti,
E trovarete l'asina col figlio:
Quelli sciogliete, e dandogli de piglio,
L'amenarete a me, servi miei santi.
      S'alcun, per impedir misterii tanti,
Contra di voi farà qualche bisbiglio,
Risponderete lui con alto ciglio,
Ch'il gran Signor le vuol far trionfanti. -
      Dice cossí la divina scrittura,
Per notar la salute de' credenti
Al redentor dell'umana natura.
      Gli fideli di Giuda e de le genti
Con vita parimente sempia e pura
Potran montar a que' scanni eminenti.
      Divoti e pazienti
Vegnon a fars'il pullo con la madre
Contubernali a l'angeliche squadre.


Bruno Cab 859