— 561 —
      Questo s'intende accettato ed accordato da tutti e in
tutti gli dei, quando le virtudi e potenze de l'anima concorreranno
— 562 —
a faurir l'opra ed atto di quel tanto che per giusto,
buono e vero definisce quello efficiente lume; ch'addirizza il
senso, l'intelletto, il discorso, la memoria, l'amore, la concupiscibile,
l'irascibile, la sinderesi, l'elezione: facultadi significate
per Mercurio, Pallade, Diana, Cupido, Venere, Marte,
Momo, Giove ed altri numi.
      Dove dunque era l'Orsa, per raggion del luogo, per esser
parte piú eminente del cielo, si prepone la Verità; la quale è
piú alta e degna de tutte cose, anzi la prima, ultima e mezza;
perché ella empie il campo de l'Entità, Necessità, Bontà,
Principio, Mezzo, Fine, Perfezione: si concepe ne gli campi
contemplativi metafisico, fisico, morale, logicale. E con l'Orsa
descendeno la Difformità, Falsità, Difetto, Impossibilità,
Contingenzia, Ipocrisia, Impostura, Fellonia. - La stanza de
l'Orsa maggiore, per causa da non dirla in questo luogo,
rimane vacante. [>]

Bruno Best 561-562